Vedere la musica, Rovigo 2021

Vedere la musica (la mostra tenutasi a Palazzo Roverella, a Rovigo, dal 26 aprile al 4 luglio 2021, a cura di Paolo Bolpagni) è stata dedicata alle molteplici relazioni tra le arti visive e la musica dalla stagione simbolista agli anni Venti-Trenta del Novecento. Per questa mostra ho curato la sala beethoveniana: il ruolo di Beethoven nelle arti figurative prosegue nell’Ottocento e per tutto il Novecento, come ben dimostrato dalle innumerevoli opere presentate in mostra (dal busto di Giuseppe Grandi al Beethoven di Felice Casorati).

A cominciare dal “wagnerismo” e dal mito beethoveniano, la musica è stata frequentemente elemento ispiratore per gli artisti tra Otto e Novecento: ne offrono un esempio i simbolisti italiani e stranieri, la Secessione viennese, nonché i cubisti – in particolare Picasso e Braque.
Se la componente sonora ha una grande importanza anche nel Futurismo italiano, è però con Vasilij Kandinskij che la musica diventa davvero centrale, facendosi modello e paradigma – nella sua “assolutezza”, nel suo essere slegata dalla referenzialità oggettuale – di una pittura che vuole liberarsi definitivamente dalla mimesi. All’elemento musicale attingeranno anche Neoplasticismo, Dadaismo e Surrealismo.

Intervista su Radio Tre con Paolo Bolpagni 18 maggio 2021

Catalogo Silvana editoriale

La presentazione all’Accademia Albertina (Facebook live) con Giangiorgio Satragni

Indice

Arti visive e musica dal Simbolismo alle avanguardie: una storia
Paolo Bolpagni

1. SIMBOLISMO

“La musica costituisce l’elemento per il quale le arti sono congiunte da intima parentela”
Sinestesia, correspondances e iconografie musicali nelle arti visive e nel dibattito critico della stagione simbolista, dalla Francia all’Italia
Paolo Bolpagni

La pittura di Gaetano Previati e l’armonia di un universo vibrante
Monica Vinardi

Opere

2. ARTE GRAFICA

Fra armonie simboliste e temperate dissonanze moderniste. Max Klinger e il rapporto tra l’arte grafica e la musica tra Ottocento e Novecento
Francesco Parisi

Opere

3. WAGNERISMO

Il wagnerismo nelle arti visive a cavallo tra il XIX e il XX secolo: uno sguardo europeo
Paolo Bolpagni

Opere

4. MITO DI BEETHOVEN

La fortuna iconografica di Beethoven tra fine Ottocento e primo Novecento in Europa
Benedetta Saglietti

Opere

5. OPERA LIRICA

L’opera lirica e le arti visive in dialogo nell’Italia tra Otto e Novecento: da Hayez alla cartellonistica teatrale degli anni dieci
Paolo Bolpagni

Opere

6. FUTURISMO

Pittura e musica nel primo Futurismo: una sinestesia nel segno della teosofia tra Balla, Russolo, Romani, Ginna e Schmalzigaug
Fabio Benzi

Opere

7. DALLA SECESSIONE DI VIENNA AGLI ASTRATTISMI DEGLI ANNI TRENTA

La musica nelle arti visive dalla Secessione viennese agli astrattismi degli anni trenta
Paolo Bolpagni

Musica e arti visive: fonti nel primo astrattismo
Jolanda Nigro Covre

Opere

8. PURISMO

Il Purismo. Un Esprit Nouveau
Pierre Guénégan

Opere

9. MUSICALISMO

Charles Blanc-Gatti e il musicalismo
Philippe Junod

Opere

10. FIGURAZIONE IN ITALIA FRA LE DUE GUERRE

Accordi apollinei: il fascino dell’ineffabile Orfeo e Vanitas fra musica e pittura nel Novecento
Alessandra Tiddia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: