La migliore metafora della scrittura

Irresistibili

In questo periodo volo in media due volte al mese, di solito per lavoro, e anche se ho trascorso gran parte della vita ad avere paura degli aerei, ora li inseNewyorker_Airport_Final_Resized_3-1guo con la smania di un tossicodipendente. Se è da un po’ che non sono stato in aria, divento irrequieto, stizzoso, irragionevole, stanco – inutile come essere umano. L’inizio di un volo preannuncia l’azione di un gioco. La corsa è ombrosa e improbabile. Una massa di metallo carico, sferragliando lungo la pista, guadagna un improvviso scoppio di velocità e in un piccolo sussulto miracoloso perde il suo peso, si alza e si libra, inscenando attenti giri e coordinamenti via radio che evolvono verso l’assenza di sforzo. A terra, al momento dello sbarco, è di nuovo una carcassa di metallo; la metamorfosi si inverte. Una parte di me è sicura che morirò a ogni decollo, eppure ho bisogno di provare quel panico, quel sollevarsi da terra per non sentirmi perduto. Il volo è la…

View original post 22 altre parole

Commenti:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...